Mobilità elettrica

Symbolbild Elektromobilität

L’USTRA s’impegna attivamente affinché sulle strade svizzere circolino veicoli più efficienti, lavorando alacremente alla ricerca di nuovi metodi per aumentare l’efficienza energetica del traffico stradale e ridurre la dipendenza dal petrolio. A medio termine un contributo significativo in tal senso potrebbero fornirlo i veicoli a trazione elettrica e ibridi.

In Svizzera il traffico assorbe un terzo abbondante del consumo energetico totale e circa il 96% delle emissioni di CO2 prodotte è generato da carburanti fossili. Stando alle previsioni, inoltre, la mobilità stradale continuerà a crescere nei prossimi 20 anni. Per questo non stupisce il fatto che si studino attivamente nuove tecniche per aumentare l’efficienza energetica del settore e ridurre nel contempo la dipendenza dal petrolio. Il potenziale è enorme nel comparto privato.

L’USTRA s’impegna attivamente a favorire la presenza di veicoli più efficienti sulle strade svizzere. Oltre a ridurre le emissioni inquinanti, quest’attività consente di preservare il centro di innovazione e il polo economico svizzero grazie agli sviluppi tecnologici e di ridurre l’inquinamento acustico locale. Per altre tecnologie, invece, come per esempio i veicoli a idrogeno, c’è ancora molta strada da percorrere prima di arrivare sul mercato.

Per dare l’esempio, nel 2012 l’USTRA ha condotto un progetto pilota. Attraverso un’analisi anonimizzata degli spostamenti con i veicoli di servizio a disposizione dell’Ufficio, si è cercato di stabilire in che misura la flotta attuale potrebbe essere integrata o sostituita con vetture ibride o elettriche. Ora che i risultati dello studio sono disponibili, l’USTRA sta vagliando le possibili modalità di attuazione delle raccomandazioni emerse. L’iniziativa rientra nella funzione di modello della Confederazione nel quadro della strategia energetica 2050. Se volete scoprire se l’acquisto di un’auto elettrica o ibrida fa al caso vostro, potete valutare il vostro stile di guida con la app gratuita per smartphone «eMotion App», sviluppata dall’Accademia della mobilità. Trovate il relativo link nell’apposito elenco.

Accanto a tutte queste considerazioni in tema di efficienza energetica non si deve tuttavia dimenticare che, in base all’attuale sistema di tassazione degli oli minerali e delle imposte legate al consumo di carburanti, una vettura a propulsione elettrica non contribuirebbe al finanziamento delle spese dell’infrastruttura stradale, se non attraverso la vignetta autostradale. Se dovesse aumentare il parco veicoli elettrici, sarà necessario considerare e introdurre nuove forme di finanziamento: anche le auto elettriche, infatti, hanno bisogno di strade sicure e funzionali.

Per approfondire la tematica vi invitiamo a consultare il rapporto «Mobilità elettrica 2012» che, accanto a una panoramica completa sull’argomento, illustra anche le misure concrete di incentivazione. I link riportati più in basso consentono di accedere a ulteriori informazioni e a suggerimenti utili per entrare nel mondo della mobilità elettrica.

Anche le auto elettriche hanno bisogno di energia.

I veicoli a propulsione elettrica contribuiscono a ridurre la combustione di carburanti fossili e le emissioni di CO2. Anche le auto  elettriche hanno però bisogno di energia per muoversi. Scegliendo la composizione della propria fornitura elettrica (mix energetico), i possessori di veicoli elettrici possono tuttavia decidere da quali fonti sarà prodotta la corrente necessaria per alimentare il proprio mezzo.

Ulteriori informazioni

https://www.astra.admin.ch/content/astra/it/home/temi/mobilita-elettrica.html