Pericoli naturali lungo le strade nazionali

Circa 300 chilometri di strade nazionali sono esposti a pericoli naturali. Come interviene l’USTRA?

teaser-naturgefahren

Numerosi tratti della rete nazionale si trovano in zone a rischio, soprattutto per motivi topografici. Attualmente circa 300 degli oltre 1850 chilometri di strade nazionali sono esposti a pericoli naturali come colate detritiche, smottamenti, slavine, frane rocciose o caduta massi. L’USTRA attribuisce quindi grande importanza alla protezione delle infrastrutture e all’incolumità degli utenti.

Anche se è possibile ridurre al minimo i pericoli attraverso una scelta corretta del tracciato e di opere di protezione adeguate, è necessario definire una procedura chiara per gestire i rischi residui. Nel 2008 il nostro Ufficio, in collaborazione con l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), la Piattaforma nazionale «Pericoli naturali» (PLANAT), Cantoni e università, ha pertanto lanciato un progetto per la gestione dei pericoli naturali sulle strade nazionali.


Gestione dei rischi legati alla natura e opere di protezione

Dapprima vengono rilevati e valutati i pericoli, quindi definite le misure precauzionali.

Esempio illustrativo: caduta massi sull’Axenstrasse

Il 26 dicembre 2018 sopra alla Axenstrasse, nel Cantone di Uri, si staccavano vari metri cubi di roccia. Un esempio di come l’USTRA gestisce i pericoli naturali.

Ulteriori informazioni

https://www.astra.admin.ch/content/astra/it/home/temi/strade-nazionali/pericoli-naturali-lungo-le-strade-nazionali.html