Gestione del traffico a livello nazionale (VM-CH)

Con la nuova impostazione della perequazione finanziaria e della ripartizione dei compiti tra Confederazione e Cantoni (NPC) il Parlamento federale svizzero non si è limitato a trasferire la proprietà delle strade nazionali dai Cantoni alla Confederazione. Dal 1° gennaio 2008, data di entrata in vigore della NPC, anche la gestione del traffico sulle autostrade è di competenza della Confederazione.

Strade sempre più affollate

Il volume di traffico sulle strade svizzere è in costante aumento. Tra il 1990 e il 2000 il numero di chilometri percorsi sulla rete stradale è passato da 50 a 58 milioni. Secondo l'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE), da qui al 2020, sulle strade a grande capacità bisognerà attendersi un ulteriore incremento di traffico del 25-30 per cento. 

Le conseguenze di quest'evoluzione sono note: elevate emissioni inquinanti e foniche, incremento degli incidenti, lunghi tempi di percorrenza e code. Con il passare del tempo l'intero sistema viario si fa sempre più fragile e soggetto a perturbazioni. Se già oggi la rete stradale riesce a malapena a far fronte ai bisogni, che cosa succederà in futuro? Da un punto di vista economico, ecologico e sociale è quindi opportuno fronteggiare queste tendenze adottando misure adeguate. In questo contesto la gestione del traffico svolge un ruolo decisivo.

Per gestione del traffico si intendono tutte le misure che consentono al traffico di spostarsi nel modo più regolare, silenzioso e sicuro possibile senza causare disturbi e produrre emissioni.

© USTRA

Le quattro funzioni della gestione del traffico

In ambito di gestione del traffico sulle strade nazionali gli specialisti definiscono quattro distinti elementi:

  • il pilotaggio entra in considerazione quando si creano congestionamenti temporanei e il traffico deve essere deviato.
  • la ripartizione entra in considerazione quando su un tratto deve essere garantito un flusso di traffico omogeneo.
  • il controllo entra in considerazione in particolare in presenza di nodi stradali. Per garantire un flusso di traffico omogeneo e sicuro le uscite e gli accessi a un tratto di strada nazionale possono essere limitati o sottoposti a dosaggio.
  • l'informazione per tenere tempestivamente al corrente gli utenti stradali su eventuali congestionamenti, ostacoli o code. In questo modo essi sono in misura di decidere in merito al momento in cui mettersi in viaggio, al percorso da seguire, alle tappe giornaliere o ancora al mezzo di trasporto così da raggiungere la meta senza problemi.

Essere al corrente della situazione viaria tramite dati aggiornati

La condizio sine qua non per una gestione del traffico efficace ed efficiente è una profonda conoscenza dell'effettiva situazione sulle strade: solo chi sa qual è il volume di traffico in un determinato momento è in misura di valutare se si potrebbero formare dei congestionamenti e quindi di prendere le misure necessarie. Per la raccolta dei dati si ricorre a due sistemi distinti: il conteggio automatico del traffico in punti prestabiliti e l'osservazione sistematica del traffico tramite videocamere.  

Nuova regolamentazione della gestione del traffico a seguito della NPC

Il passaggio dell'insieme dei compiti di gestione del traffico nell'ambito di competenza della Confederazione mette di fronte l'Ufficio federale delle strade a un'importante sfida. Trattandosi di una gestione a livello nazionale non saranno ammesse lacune. In ogni caso, grazie alla gestione centralizzata il potenziale di miglioramento in questo ambito è assai importante. L'USTRA si è posta come obiettivo non solo di mantenere gli attuali standard, ma di rendere sistematiche a livello nazionale sia il rilevamento dei dati che l'analisi e l'attuazione di misure.

Garantire una gestione del traffico efficace sarà un compito nazionale

Il grosso svantaggio del sistema adottato fino ad ora consisteva nel fatto che le istallazioni per la gestione del traffico dei singoli Cantoni non erano compatibili tra di loro e quindi generalmente non era possibile agire in modo concertato. L'esempio più lampante è quello delle code al San Gottardo: quando si formano code al portale nord di Göschenen, generalmente si riceve l'informazione troppo tardi, ovvero quando si è già nel Cantone di Uri. In effetti, in prossimità della galleria non è più possibile seguire percorsi alternativi. Questo esempio illustra chiaramente che per essere efficace in un Paese di transito come la Svizzera la gestione del traffico deve essere organizzata a livello nazionale.

La gestione del traffico a livello nazionale è vantaggiosa a più livelli

L'armonizzazione a livello nazionale dei sistemi di gestione del traffico costituisce solo uno dei numerosi elementi attraverso i quali, nei prossimi anni, si intende rendere più efficace la gestione del traffico. L'USTRA prevede infatti di intervenire anche nell'ambito della raccolta e della gestione dei dati, in quanto elementi essenziali per la gestione del traffico.  

L'amministrazione sistematica dei dati dovrebbe consentire di concertare misure di gestione del traffico concrete e oggettive. Fino ad ora erano i Cantoni a valutare, in base ai dati a loro disposizione, se sbarrare una determinata strada, se consentirne solo un accesso limitato o se definire temporaneamente un altro limite di velocità. Ora queste decisioni saranno prese ricorrendo a modelli elaborati e sistematizzati al computer.

Piani di gestione del traffico per l'intera Svizzera

Per gestire il traffico in modo efficace sono indispensabili dei piani di gestione del traffico (PGT), ovvero strumenti che coordinano gli interessi e le misure di tutti gli organi che intervengono in una rete di trasporti. Detto altrimenti: in un grande agglomerato, la cui rete viaria comporta strade comunali, cantonali e della Confederazione, la gestione del traffico è efficace solo se si tengono in considerazione tutte le categorie di strade. I piani di gestione del traffico servono ad elencare e a conciliare tutte le misure di gestione del traffico degli organi che partecipano al sistema dei trasporti. I piani stabiliscono anticipatamente in quale momento quale organismo deve prendere una determinata misura di gestione del traffico. In Svizzera dovrebbero essere elaborati da 50 a 100 piani di gestione del traffico.

Centrale nazionale di gestione del traffico (VMZ-CH) a Emmenbrücke LU

Il disbrigo di tutti questi nuovi compiti richiede sia del personale che apparecchiature complesse riuniti in un'unica sede. Per questo motivo l'USTRA ha deciso di creare a Emmen, nel Canton Lucerna, una centrale di gestione del traffico competente per tutta la Svizzera (VMZ-CH). L'attività della centrale, gestita dal responsabile col supporto di 20-30 collaboratori, ha preso il via il 1° gennaio 2008.

La Centrale di gestione del traffico a Emmenbrücke
La Centrale di gestione del traffico a Emmenbrücke
Posto di lavoro nella centrale di gestione del traffico
Posto di lavoro nella centrale di gestione del traffico

Ulteriori informazioni

https://www.astra.admin.ch/content/astra/it/home/temi/strade-nazionali/gestione-del-traffico-a-livello-nazionale--vm-ch-.html