Effetti

Riduzione dei volumi di traffico nelle ore di punta

Le analisi centrate sul Cantone di Zugo hanno mostrato che il mobility pricing può fornire un contributo fondamentale per decongestionare la circolazione nelle ore di punta, soprattutto negli agglomerati fortemente trafficati o sistematicamente congestionati. Dallo scenario principale oggetto di indagine emerge il seguente risultato:

Variazione chilometraggio / mobilità (scenario principale rispetto a riferimento; Cantone di Zugo)

Periodo

TMP

TP

Punta mattutina

-9,4%

-5,3%

Punta serale

-11,7%

-8,6%

Resto della giornata

0,9%

2,9%

Intera giornata (TFM)

-2,8%

-0,8%

Nelle ore di punta mattutine e serali è possibile ottenere una riduzione dei volumi di traffico fra il 9 e il 12% nel TMP e fra il 5 e il 9% nel TP, con effetti più marcati nella fascia serale. Per effetto dei principi di base predefiniti, cioè livello totale delle entrate possibilmente costante e parità di trattamento fra TMP e TP, il dato complessivo del chilometraggio ovvero della mobilità cambia poco.

Se le variazioni cambiano a seconda della fascia mattutina o serale e fra trasporto individuale e pubblico, il motivo risiede nella composizione dinamica del traffico in rapporto alla sua destinazione. Gli utenti infatti non godono sempre della medesima flessibilità nella scelta dell’orario di partenza, qualunque sia lo scopo del loro spostamento (lavoro, formazione, acquisti, trasporto, tempo libero). Ad esempio la mobilità finalizzata al tempo libero gode di una flessibilità nettamente superiore rispetto al traffico per lavoro o pendolare, per cui lo studio d’impatto ha ipotizzato che nel 59% degli spostamenti gli orari non possano essere modificati. Se in un dato momento o con una data modalità di trasporto è in viaggio una quota rilevante di utenti con destinazione flessibile, altrettanto grandi sono il potenziale di ridistribuzione in orari diversi e i possibili effetti in termini di decongestionamento delle ore di punta. Nella fascia serale ad esempio la componente di spostamenti per il tempo libero è superiore rispetto al mattino e quindi alla sera la domanda di mobilità è più propensa a variare.