Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

briciola di pane (breadcrumb trail)

Fine navigatore



Incidente di autobus del 13 marzo 2012 nella galleria "Sierre"

Martedì 13 marzo 2012, alle ore 21.30, sull’autostrada A9, in una galleria nei pressi di Sierre (Cantone Vallese), si è verificato un gravissimo incidente che ha coinvolto un autobus da turismo belga: 28 persone fra cui 22 bambini, hanno perso la vita. Altri 24 bambini sono rimasti feriti.

L'autobus circolava sull'autostrada A9 in direzione Sion e, in una galleria nei pressi di Sierre, per ragioni ancora da chiarire, è andato dapprima a urtare la parete per poi sbattere frontalmente contro una nicchia di sosta. L'autobus riportava a casa in Belgio una comitiva che rientrava dalle vacanze sulla neve.

Le operazioni di soccorso sono durate tutta la notte e hanno impegnato 200 persone. I feriti sono stati trasportati con elicotteri e ambulanze negli ospedali dei Cantoni Vallese, Vaud e Berna.

La Svizzera presenta le sue condoglianze alle famiglie delle vittime e al Belgio 

La presidente della Confederazione, Eveline Widmer-Schlumpf, ha appreso con costernazione la notizia del terribile incidente in cui è stato coinvolto un pullman ieri sera in Vallese. Desidera esprimere a nome della Svizzera la sua tristezza e le sue condoglianze alle famiglie delle vittime di questo terribile incidente stradale e al Governo belga. 

La galleria di Sierre è stata inaugurata nel 1999 ed è lunga 2.5 km. L'opera soddisfa gli standard e le norme tecniche vigenti (in particolare SIA 197/2), in tutti i punti rilevanti. La galleria è a due canne separate, una per ogni senso di marcia, collegate fra loro da cunicoli trasversali utilizzabili come via di fuga in caso di incidente. In considerazione della topografia del luogo, la galleria ha la seguente struttura: provenendo da Briga, si attraversa dapprima una breve galleria in roccia (tunnel de Géronde), poi un breve tratto con scavo a cielo aperto (presso il Lac de Géronde), poi nuovamente una breve galleria in roccia e infine un tratto con scavo a cielo aperto  della lunghezza di 1,25 km.

L'infrastruttura ha subito danni di poco conto. La galleria è stata riaperta al traffico mercoledì 14 marzo alle ore 7.40.

L'evento è stato ed è affrontato conformemente alle regole definite nei manuali d'intervento vigenti. In una prima fase, quindi, è stato gestito dal Cantone Vallese, sotto la direzione degli organi competenti e del Presidente del Consiglio di Stato Jacques Melly. La direzione è ora passata al giudice istruttore. L'USTRA ringrazia i colleghi vallesani per il lavoro professionale svolto da tutti gli organi coinvolti: polizia, soccorritori, operatori sanitari ed enti locali. Il DATEC, il Cantone e l'USTRA armonizzano le loro attività; la comunicazione a livello di Confederazione è di competenza della Cancelleria federale.

Piano generale e piano della nicchia di sosta


Fine zona contenuto